Dalla teoria del comportamento all’analisi applicata: quattro modelli in diversi ambiti applicativi

Anna Bianca Prevedini, Davide Carnevali

Resumen


L’analisi del comportamento, teoria scientifica elaborata da Skinner alla metà del secolo scorso, fin dal suo primo ingresso in territorio italiano ha sempre avuto una forte impronta sperimentale-applicata e un’anima marcatamente contestualista e intercomportamentista. Queste due caratterizzazioni hanno condizionato il suo sviluppo sia teorico sia applicativo e la rendono particolarmente pronta ad accogliere le più recenti evoluzioni contestualiste in diversi settori applicativi della stessa analisi del comportamento e delle terapie comportamentali a essa ispirate.

In particolare, in questo articolo, saranno citati quattro modelli che si sono sviluppati recentemente in campo internazionale e italiano, tutti fondati sui principi di base di un analisi del comportamento influenzata da una visione contestualista: il modello applicativo dell’Acceptance and Commitment Therapy in ambito clinico-psicoterapeutico, il  Modello italiano di Intervento Precoce e Intensivo per l’Autismo in ambito educativo-abilitativo, il modello Food Dudes nell’ambito della prevenzione e della salute e il modello del nudging nell’ambito del comportamento decisionale complesso. Saranno delineati e discussi origini e caratteristiche di tutti e quattro i modelli ed esempi applicativi in Italia e nel mondo.

Palabras clave


analisi del comportamento, contestualismo, acceptance and aommitment therpay, analisi del comportamento applicata, autismo, alimentazione, behavioral economics, nudge

Texto completo:

PDF